Vestiti da sposa: è importante scegliere bene

Scegliere fra i vari vestiti da sposa per il giorno più importante della vita di una donna è un’impresa ardua.
I vestiti da sposa sono molto differenti l’uno dall’altro, ognuno con le sue caratteristiche per esaltare i lineamenti e, a volte, per nascondere i difetti della sposa.

I vestiti da sposa esprimono lo spirito e lo stile di chi lo indossa, attirando l’attenzione di tutti gli invitati senza essere, al tempo stesso, troppo appariscente. E’ quindi opportuno che questa scelta sia fatta con tutto il tempo e l’attenzione necessari, recandosi presso gli atelier specializzati nell’ambito dell’abbigliamento da sposa, in grado di consigliare i vestiti da sposa che meglio esaltino le qualità fisiche e la personalità di chi lo indossa. Non esistono vere e proprie regole, è solo una questione di buon gusto.

La futura sposa deve tenere conto delle proprie proporzioni, della sua corporatura, del colore dei suoi capelli e del viso, in modo tale da poter capire fra i vestiti da sposa quale valorizzi al meglio la propria persona.

Per i matrimoni più classici e formali, si potrà scegliere fra vestiti da sposa più lunghi in seta o pizzo, con uno strascico di media lunghezza, velo in tulle di color avorio e guanti di raso. Le calze bianche completeranno l’abbigliamento più tradizionale.
Se invece si è deciso per una cerimonia più informale, la scelta potrà dirigersi verso un completo composto da abito e soprabito, o da un tailleur di colore chiaro con calzature neutre.

Chi ha i fianchi più larghi può scegliere fra vestiti da sposa lievemente svasati, tagliati sotto il seno, mentre per le più magre è ideale scegliere fra vestiti da sposa più ampi e fluidi. In ogni caso, se il matrimonio è celebrato in municipio, dei vestiti da sposa e cerimonia troppo sfarzosi risulterebbero fuori luogo: meglio optare per uno stile sobrio ed elegante, come i tailleur color pastello.

Per le cerimonie in Chiesa generalmente gli abiti da sposa utilizzati sono lunghi, rigorosamente di colore bianco, seguendo la tradizione nel simboleggiare la castità prematrimoniale. Il velo, sottile ed impalpabile, in tulle liscio oppure in pizzo, verrà sollevato dallo sposo una volta giunti all’altare.

Può essere corto o a voliera, a scialle, lungo e sfarzoso, arricciato ed applicato sul capo o sulla nuca. In ogni caso, la prova dell’acconciatura più adatta è d’obbligo, per evitare spiacevoli sorprese. Un consiglio che vale per tutte è di curare molto la zona della schiena che, durante la maggior parte della cerimonia, sarà la parte del corpo più esposta agli sguardi di parenti e invitati.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*